Traffico di rifiuti e fatture false a Palermo, le intercettazioni che svelano la gestione illegale

20

Quindici persone sono state raggiunte da misure cautelari, nell’ambito di un’indagine della Guardia di finanza di Palermo. Sono ritenute responsabili, a vario titolo, di traffico illecito di rifiuti, emissione di fatture false e occultamento di documentazione contabile, operanti nel settore dello smaltimento di rottami metallici. I provvedimenti sono stati emessi dal gip del Tribunale di Palermo.

Gli accertamenti svolti dalle Fiamme Gialle, attraverso l’approfondimento di segnalazioni per operazioni sospette e l’ausilio di verifiche fiscali condotte parallelamente ad intercettazioni telefoniche, hanno permesso di svelare un complesso meccanismo fraudolento finalizzato alla gestione di rifiuti metallici al di fuori del circuito legale, mediante l’utilizzo di false fatturazioni.

Nel video le intercettazioni che svelano i loschi affari.