Palermo, chiesti 4 anni per ex pm Ingroia incolpato di peculato

Il pm Piero Padova ha chiesto la condanna a quattro anni di carcere in abbreviato verso dell’ex magistrato della procura del capoluogo siciliano Antonio Ingroia. E’ incolpato di peculato: si sarebbe appropriato di indennità non dovute quando era liquidatore della società partecipata regionale Sicilia e servizi.
L’indagine che ha portato al processo, in corso davanti al gup Maria Cristina Sala, nasce da una segnalazione della Corte dei conti relativa al periodo in cui Ingroia, su nomina dell’ex governatore Rosario Crocetta, era stato nominato amministratore della società regionale Sicilia e-Servizi. L’inchiesta poggia su due aspetti: quello dei rimborsi indebiti e quello dell’indennità di risultato incassata, a dire della Procura, illegittimamente dall’ex pm. Ingroia viene nominato liquidatore di Sicilia e-servizi, società in house della Regione a capitale interamente pubblico.Per tre mesi, nel 2013, ricopre l’incarico di liquidatore, ma invece di …
Leggi anche altri post su Palermo o leggi originale
Palermo, chiesti 4 anni per ex pm Ingroia incolpato di peculato


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer