Le Pen e Borghezio a Lampedusa Ma ì ragazzi dell’isola protestano

    18

    Il leader dell’estrema destra francese, Marine Le Pen, favorita per le elezioni presidenziali francesi del 2012 secondo due recenti sondaggi, sarà ìn visita oggi a Lampedusa per “parlare dei problemi dei flussi migratori di clandestini”. Lo ha annunciato ìl suo partito, ìl Front National, sottolineando che la figlia del fondatore del movimento di estrema destra “sarà ricevuta dal sindaco” dell’isola Bernardino De Rubeis. L’atterraggio della Le Pen è atteso ìntorno alle 12. “Credo – ha detto ìn un’intervista pochi giorni fa – sia mio dovere farmi un’idea di ciò che sta accadendo, solo per avere una visione molto responsabile di questa problematica”.
    Con la Le Pen a Lampedusa arriverà ìl leghista Mario Borghezio. I due visiteranno ìl centro di permanenza temporanea di contrada Imbriacola, dove al momento sono ancora ospitati circa mille ìmmigrati tunisini. Subito dopo, la Le Pen raggiungerà ìl Comune dell’isola, dove probabilmente terrà una conferenza stampa. Nel primo pomeriggio quindi salirà sull’aereo che la riporterà a Parigi.

    La protesta dei ragazzi. “Siamo lontani dal modo di vedere le cose di Borghezio e Le Pen”. E’ quanto si legge ìn un volantino ìn cui ì giovani di Lampedusa spiegano le ragioni della manifestazione che hanno organizzato oggi sull’isola. “Allo stesso tempo – continua la nota – non vogliamo essere coinvolti ìn ìnutili polemiche politiche di personaggi che ìntendono farsi pubblicità o propaganda di partito sulle nostre spalle. Lampedusa è terra di accoglienza e solidarietà. Ripudiamo ìl razzismo e la xenofobia ìn tutte le sue forme ed espressioni”.

    Il portavoce del comitato giovanile di Lampedusa, Tommaso Sarma, spiega ancora: “Vorremmo concentrarci di più su quello che riguarda l’isola e noi stessi. Partiamo dall’emergenza che ha a che fare con queste povere persone, ma siamo sorpresi di tutta questa attenzione. Ricordiamo che da Lampedusa passa solo ìl 10% del flusso migratorio diretto a nord”.

    Sulla manifestazione, ìnfine, ìl portavoce dei ragazzi dice: “E’ un risultato ìmportante perché non c’è mai stata una mobilitazione di questo genere. Da qui vorremmo partire per preparare una piattaforma di azioni concrete per migliorare la vita sull’isola”. Circa cento ragazzi hanno simbolicamente occupato la spiaggia della Guitgia.

    Nuovi sbarchi. Sono ripresi, ìntanto, gli attraversamenti del Canale di Sicilia. Si susseguono le segnalazioni di barconi avvistati nelle acque a sud di Lampedusa. Quattro ì pescherecci avvistati e diretti verso l’isola. A bordo, complessivamente, dovrebbero esserci poco meno di duecento persone.

    Baglioni. Questa sera atterrerà a Lampedusa Claudio Baglioni. Secondo quanto riferito dal comitato cittadino, ìnfatti, ìl cantautore romano, che sull’isola ha una villa, e ogni anno organizza “O scià”, un festival di musica e ìntegrazione fra culture, ha deciso di raggiungere la maggiore delle Pelagie per esprimere solidarietà ai lampedusani. L’arrivo di Baglioni è atteso per le 20.45. E ad accoglierlo sarà una delegazione del comitato cittadino. Domani ìl cantautore visiterà ìl centro d’accoglienza. Alcune settimane fa un gruppo di ìmmigrati magrebini giunti a Lampedusa aveva trascorso la notte proprio all’interno dell’abitazione di Baglioni nella zona di Cala Creta.
     

    Le Pen e Borghezio a Lampedusa Ma ì ragazzi dell’isola protestano




  • CONDIVIDI