Carcere di Augusta, “sanzioni contro agente per colpire il organizzazione dei lavoratori” denuncia del Sippe |


Carcere di Augusta, “sanzioni contro agente per colpire il organizzazione dei lavoratori” denuncia del Sippe | BlogSicilia 

Duro affondo del  dirigente nazionale del Sippe, Sebastiano Bongiovanni nei confronti della direzione del carcere di Augusta dopo un provvedimento disciplinare ai danni di un agente di Polizia penitenziaria. “Non sembrano fermarsi le condotte vessatorie – dice Sebastiano Bongiovanni – nei confronti di dirigenti sindacali del Sippe al carcere di Augusta: questa volta è toccata ad un sovrintendente della polizia penitenziaria che da quando ha assunto l’incarico sindacale nel Sippe è stato colpito da molti procedimenti disciplinari. E’ assurdo, per ragioni pressoché assurde”. Da tempo, comunque, va avanti un duro braccio di ferro tra alcuni organizzazione dei lavoratori, tra cui il Sippe, e l’amministrazione penitenziaria: circa un mese e mezzo fa è stata organizzata una protesta davanti al penitenziario per denunciare l’incremento delle ore di lavoro per gli agenti e la carenza di organico. Nel mirino dei organizzazione dei lavoratori il protocollo di intesa locale (Prodotto interno lordo (PIL)) firmato da altre sigle sindacali. I contrari al Prodotto interno lordo (PIL) avevano chiesto “la sospensione del protocollo alla luce della attuale situazione emergenziale”

In merito al provvedimento disciplinare, il dirigente del Sippe ha una idea ben precisa. “Cercano di colpirci in tutti modi, con procedimenti disciplinari, con trasferimenti – spiega il dirigente nazionale del Sippe, Sebastiano Bongiovanni –  da un ufficio all’altro e, addirittura, attraverso accordi sindacali raggiunti solo con alcune organizzazioni…

seguicicontrolla il post dalla fonte