Ottobrata, “tassa” per i commercianti Confcommercio sul piede di guerra


CATANIA – La Confcommercio scende in campo “a difesa dei commercianti – fanno sapere in una nota – di Zafferana sottoposti a un nuovo obolo per esporre esternamente la loro merce imposto dal comitato organizzatore dell’Ottobrata”.

“Gli operatori commerciali zafferanesi – sostiene la Confcommercio – andrebbero premiati e non tassati. La tassazione – obolo suppletivo a carico degli operatori commerciali che detengono già suolo pubblico per l’intero anno, così come per alcune tipologie merceologiche no food in occasione dell’Ottobrata – per come concepita, rappresenta una misura che non tiene assolutamente conto dei sacrifici che i commercianti fanno per restare in vita, per non chiudere le loro attività, per non abbandonare il territorio, per non ridurre i livelli occupazionali”.

E ancora, accusa la Confcommercio: “Non si tiene conto dei sacrifici che essi sopportano nei periodi invernali, da novembre …
Leggi anche altri post su Palermo o su Catania o leggi originale
Ottobrata, “tassa” per i commercianti Confcommercio sul piede di guerra


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer