Nuovi dettagli e misteri intorno alla strage di Capaci, le rilevazioni in Commissione antimafia


Nuovi dettagli e misteri intorno alla strage di Capaci, le rilevazioni in Commissione antimafia

“La strage di Capaci avvenne il 23 maggio 1992; quattro-cinque giorni dopo, nel pomeriggio, ero in commissariato e arrivò una telefonata dell’ingegnere Francesco Flores Naselli, cognato del generale Dalla Chiesa. Mi disse che aveva cose importati da riferire sulla strage, io chiesi un numero fisso e me lo diede e allora mi recai nel suo ufficio. Mi confermò il legame di parentela con Dalla Chiesa e mi disse che era titolare di società di servizi informatica e che il giorno precedente la strage, il 22 maggio, si trovava a transitare sull’autostrada in direzione dell’aeroporto, si doveva imbarcare alle ore 13. Superato lo svincolo di Isola delle Femmine vide sul ciglio della carreggiata opposta un furgone bianco. Poichè personale della sua ditta aveva affittato un furgone, pensando che fosse dei suoi collaboratori, lasciò la macchina con le 4 frecce accese e si portò sul ciglio…


fonte