Ipotesi bancarotta fraudolenta Sequestrato il teatro Zappalà


PALERMO – Sotto sequestro finisce il “Gran teatro tenda Zappalà”. Alcuni componenti della storica famiglia di artisti sono indagati per bancarotta fraudolenta dalla Procura di Palermo che ha chiesto al giudice per le rilevazioni preliminari il sequestro della struttura di via Autonomia Siciliana. Gli spettacoli in programma andranno regolarmente in scena, ma il teatro passa in amministrazione giudiziaria.

Il sequestro è stato compiuto dal Nucleo di polizia economico-finanziaria e colpisce gli amministratori della cooperativa “Figli d’arte Zappalà” accusati di avere sottratto al patrimonio della società fallita il teatro il cui valore è stato quantificato in 760 mila euro. L’inchiesta è coordinata dal procuratore aggiunto Sergio Demontis e dal sostituto Andrea Fusco.

Palermo o su Catania o leggi originale
Ipotesi bancarotta fraudolenta Sequestrato il teatro Zappalà


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer