Categorie
notizie

“Io resto a casa”, un anno fa Conte annunciava il lockdown: il video che ha cambiato le nostre vite

“Io resto a casa”, un anno fa Conte annunciava il lockdown: il video che ha cambiato le nostre vite

Trecentosessantacinque giorni tra spavento, incertezza, solitudine e speranza. Le strade vuote e le file ai supermercati, la resistenza dalle finestre con canti e applausi e gli striscioni con gli arcobaleni ottimisti sui balconi. Un anno fa l’Italia piombava in uno dei momenti più tragici dal Dopoguerra, scoprendo per la prima volta quel termine inglese, lockdown, che svuotò vite e città.L’immagine-simbolo di quei mesi resterà per sempre il triste corteo di camion dell’esercito col carico di casse lungo le strade di una buia e ferita Bergamo. Erano passati appena dieci giorni dall’annuncio dell’allora primo ministro Giuseppe Conte del cosiddetto decreto #iorestoacasa. Era l’inizio del silenzio. ‘Fuori era primavera’, come ha sapientemente mostrato Gabriele Salvatores nell’omonimo documentario, e le vie della ‘chiassosa’ Italia si ritrovarono improvvisamente deserte. Nel silenzio nacquero e si scoprirono rumori che disegnavano un’altra geografia ed umanità: lo scrosciare delle fontane, i versi più netti dei gabbiani o di altri uccelli,

L’articolo intitolato: “Io resto a casa”, un anno fa Conte annunciava il lockdown: il video che ha cambiato le nostre vite è stato inserito il 2021-03-09 13: 27: 15 dal sito online (gds.)

Originale

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo