Il quartier generale di Cosa nostra Il regno di Carletto Campanella


CATANIA  – 

Da qualche tempo pare che Picanello sia stato un po’ il quartier generale di Cosa nostra, un’oasi criminale autonoma con ruoli direttivi fino a San Giovanni Galermo e alla zona acese. Questo è il tempo mafioso di Carletto Campanella e dei fratelli Salvatore e Venerando Cristaldi. Lorenzo Pavone ha governato qui fino al 2013, un boss carismatico capace di tenere a bada le esigenze degli affiliati.

Dopo il suo arresto, è arrivato al comando Giovanni Comis. Il suo ruolo di comando non poteva essere messo in discussione, Comis è un nome che troviamo già nei faldoni del processo Orsa Maggiore. Ma il suo modo di gestire gli affari criminali non sarebbe piaciuto a tutti. Il pentito Antonino D’Arrigo, meglio conosciuto come Gennarino, ha …
Leggi anche altri post su Palermo o su Cataniao leggi originale
Il quartier generale di Cosa nostra Il regno di Carletto Campanella


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer