Guardia costiera sequestra ditta privo di autorizzazioni nel porto di Augusta

Un ditta si occupava di lavorazioni industriali privo di alcuna licenza. I militari della Guardia costiera di Augusta con il supporto del personale Arpa hanno sequestrato 2 mila metri quadrati di area, svariati autoveicoli, autogru, automezzi di sollevamento, e un capannone industriale a Melilli, nel Siracusano. La ditta, nella zona retrostante l’ambito portuale di Augusta, operava in assenza delle autorizzazioni previste dalla normativa in materia ambientale. Presenti nell’area accumuli di rifiuti speciali e di rifiuti pericolosi abbandonati sul suolo: pneumatici, automezzi e autogrù dismessi, contenitori con olio esausto e rottami in ferro. Non c’era alcuna documentazione inerente l’eventuale presenza di fossa “imhoff”, o di altri sistemi raccolta e/o depurazione degli scarichi liquidi. Il legale rappresentante è stato denunciato per molteplici ipotesi di reato previste dalla normativa in materia di protezione dell’ambiente.

Leggi anche altri post su Siracusa o leggi originale
Guardia costiera sequestra ditta privo di autorizzazioni nel porto di Augusta


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer