Giovanni e il tragico incidente “Mio figlio morto per dieci euro”

121
Giovanni e il tragico incidente
Giovanni e il tragico incidente "Mio figlio morto per dieci euro"

Giovanni e il tragico incidente “Mio figlio morto per dieci euro”

CUSTONACI (TRAPANI) – Giovanni Biondo è morto a 21 anni il 7 gennaio scorso per portare qualche soldo a casa dove viveva con la madre, il padre, il fratello di 24 anni e la sorella di 16. Una famiglia di Custonaci, comune trapanese noto per la produzione di un pregiato marmo, senza lavoro che si arrangiava per sopravvivere. Biondo stava potando un pino quando un grosso ramo che aveva appena segato gli è caduto addosso schiacciandolo contro il tronco. Un lavoro occasionale che non prevede il rispetto di norme di sicurezza sia da parte del committente che del lavoratore.

“Quella mattina mio figlio è uscito di casa per potare un albero e prendersi la legna che vendeva 10 euro al quintale. Posso dire che mio figlio è morto per 10 euro, perché la quantità di legna tagliata…


fonte