notizie

Fratel Biagio, Schillaci: le notti magiche furono infinite

#Palermo

Fratel Biagio Conte non sarà mai un santino, una statua, un monumento di marmo. Sarà, anche dopo che il suo cuore ha smesso di battere, la grandezza di un esempio che non e mai montato sul piedistallo, avendo scelto la strada dell’umiltà. Era umanissimo, Biagio. Sapeva ridere e scherzare. Sapeva parlare in dialetto stretto. E poteva arrabbiarsi moltissimo, per le ingiustizie, manifestando un carattere risoluto. Aveva la forza della dolcezza. E conosceva vie impervie e durissime.


PAGN2975

Livesicilia Palermo

Show More

Articoli simili