notizie

Dopo «spalmiamo i deceduti» spunta «li scotoliamo» nelle intercettazioni dell’inchiesta sui dati Coronavirus truccati

Dopo «spalmiamo i deceduti» spunta «li scotoliamo» nelle intercettazioni dell’inchiesta sui dati Coronavirus truccati

PALERMO – Dopo «spalmiamo i deceduti», spunta un altra intercettazione che – come ha scritto il Gip di Trapani Caterina Brignone nell’ordinanza di custodia cautelare dell’inchiesta sui falsi dati Covi – fa emergere «un modo di fare degli indagati, del tutto dimentichi delle tragedie personali, familiari e collettive che stanno ovviamente dietro quei numeri che avrebbero dovuto essere correttamente accertati e comunicati». Nell’ordinanza c’è un passaggio in cui la dirigente dell’Osservatorio epidemiologico della Regione, Letizia Di Liberti (ora agli fermi domiciliari), parla al telefono con Ferdinando Croce, anche lui indagato, e dice: «Ou, vedi che sono assai! Che c’è il dato codesto dei deceduti e quindi ti diminuisce la terapia intensiva, ma non perché la gente torna nei reparti». Dall’altra parte: «La terapia intensiva diminuisce perché ce li scotoliamo (parla in tono sarcastico)». La parentesi è il commento, in corsivo, di chi trascrive l’intercettazione. «Scotolare», come spiega il dizionario Treccani, è un’espressione

Il servizio intitolato: Dopo «spalmiamo i deceduti» spunta «li scotoliamo» nelle intercettazioni dell’inchiesta sui dati Coronavirus truccati è stato inserito il 2021-04-01 10: 26: 45 dal sito online (lasicilia.)

Originale

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo