Revocata la scorta a Valeria Grasso, denunciò i suoi estortori

Il comandante del nucleo Scorte il 20 novembre scorso mi ha informata verbalmente della sospensione della misura di protezione personale a Roma, salvo confermarmi il dispositivo su Palermo considerata ‘a rischio’, dopo che, solo il 12 marzo 2019, mi era stata confermata dal Prefetto di Roma “.

E’ quanto annuncia, in una nota, Valeria Grasso, la signora che in passato si è ribellata alla richiesta del pizzo da parte della mafia palermitana e ha fatto arrestare membri del clan Madonna.

“Nell’epoca in cui il Ministro dell’Interno è una signora – prosegue Grasso – e alla vigilia della Giornata contro la Violenza sulle donne, vengo lasciata sola, anche nel mio impegno contro la criminalità e la mafia che mi vede tutt’oggi in prima linea nella sensibilizzazione pubblica a sostegno …
Leggi anche altri post su » Oltre lo stretto o leggi originale
Revocata la scorta a Valeria Grasso, denunciò i suoi estortori


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer