Rapina a Messina, due arresti: c’è pure un finanziere sospeso

La polizia e la Guardia di Finanza, hanno compiuto un’ordinanza di custodia cautelare in carcere verso di una persona 41 anni, Giuseppe Aiello, e di un finanziere Rosario Di Nardo, 40 anni attualmente sospeso dal servizio, con l’accusa di rapina, lesioni, porto di arma da guerra, usurpazione di titoli e porto di strumenti atti ad offendere. I due si sono recati nell’abitazione di una persona costringendolo ad aprire sotto la minaccia di una bottiglia incendiaria. Una volta dentro, l’hanno aggredito affinché consegnasse loro del denaro, circa 500 euro, e la cocaina che deteneva in casa. Gli aggressori hanno colpito la vittima con un coltello a farfalla e con il collo di una bottiglia di vetro e, dopo aver ottenuto quanto richiesto, hanno continuato ad infierire procurando lesioni giudicate guaribili in 21 giorni. Le rilevazioni effettuate dai poliziotti e finanzieri e le testimonianze hanno permesso di …
Leggi anche altri post su Messina o leggi originale
Rapina a Messina, due arresti: c’è pure un finanziere sospeso


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer