notizie

“Randazzo, in assise leso il diritto di proposta dei consiglieri”

#Catania

RANDAZZO. La missiva inviata in redazione:

I Consiglieri comunali rappresentano l’intera comunità ed esercitano la loro funzione senza vincolo di mandato. Il pervicace rifiuto, opposto dalla maggioranza consiliare alla richiesta dei sottoscritti consiglieri, di dedicare un’apposita seduta all’esame della drammatica situazione sociale che viene fuori dalle inchieste giudiziarie in corso nel territorio randazzese, solleva inquietanti interrogativi sulla capacità dell’Amministrazione Comunale in carica di percepire l’attualità e la gravità dei rischi che minacciano questa comunità. 

Tali interrogativi sono stati resi ancor più allarmanti dall’inopinato sostegno che tale rifiuto ha trovato nell’organo amministrativo preposto alla tutela della legalità che, con evidente contraddizione, ha ritenuto irragionevolmente estranea alla sfera di esperienza del Consiglio Comunale la mozione avente prot. 22521 del 12-12-2022 da noi presentata, tesa, a norma dell’art. 24 comma 7 del Regolamento del Consiglio, proprio “alla promozione di iniziative e di interventi da parte del Consiglio e della Giunta nel corso dell’attività del Comune”, nel rispetto pedissequo del principio fondamentale sancito all’art. 3, comma 2, lett. x) dello Statuto Comunale che testualmente recita: “il Comune si propone la protezione e la promozione della persona contro ogni forma di sopraffazione e di violenza, ed assume quale obiettivo fondamentale, nel corso delle proprie competenze, la lotta al fenomeno mafioso; quindi provvede: a) a diffondere la consapevolezza della convivenza civile e dell’ordine democratico; b) a favorire la diffusione di una cultura dei diritti e della legalità; c) ad impedire la presenza di associazione mafiose e di condizionamenti clientelari ed affaristici”. 


PAGN2951 Vai 2023-01-04 11:43:23

Livesicilia Catania

Show More

Articoli simili