Piraino, cade da cavallo e muore dopo una lunga agonia: donati gli organi


Piraino, cade da cavallo e muore dopo una lunga agonia: donati gli organi 

Non ce l’ha fatta il 32enne Nino Ricciardo, rimasto vittima di una caduta a cavallo nelle campagne di Piraino, nel Messinese. Si è spento qualche giorno fa, dopo una settimana di agonia al Policlinico di Messina. La famiglia ha dato disponibilità alla donazione degli organi.

Troppo gravi le ferite riportate alla testa, era ricoverato nel reparto di Neurochirurgia del Policlinico. Per effetto ancora da constatare, il ragazzo avrebbe perso l’equilibrio durante la cavalcata e ha battuto violentemente la testa sul terreno. Per lui si era ridato necessario il trasporto in elisoccorso in ospedale di viale Gazzi dov’era giunto in codice rosso. Il trauma cranico riportato e la conseguente emorragia cerebrale non gli hanno però lasciato scampo.

La famiglia ha dato disponibilità alla donazione degli organi. L’ultimo estremo atto di generosità di Nino, stimato e benvoluto dall’intera comunità di Piraino, che piange la sua prematura scomparsa.

Il primo cittadino Maurizio Ruggeri ha proclamato il lutto cittadino, le esequie si svolgeranno oggi pomeriggio alle 16:30, nella del Convento di Pirano, Lascia la moglie e tre figlie. Un grande gesto di generosità da parte della famiglia del paziente che già in vita aveva espresso  – al momento di rinnovare il documento di identità – la propria volontà che i congiunti hanno ora inteso rispettare, sono stati prelevati il cuore, fegato e reni e le cornee, inviate alla Banca degli Occhi di Mestre. Il prelievo ha richiesto il coinvolgimento…

seguici...sullo stesso argomento