«Oggi una Cosa nostra silente, è molto più pericolosa». Tra evoluzioni e nuovi affari, il bilancio di Nicola Morra

«Cosa nostra è stata indebolita nella sua matrice corleonese ma non è stata sconfitta, è tornata ad essere una Cosa nostra silente, che è molto più pericolosa». Questo il bilancio del presidente della commissione antimafia Nicola Morra, in visita oggi a Palermo. Nel pomeriggio l’incontro in prefettura con istituzioni e società civile per parlare dell’evoluzione della mafia e degli strumenti necessari da mettere a punto per contrastarla e sconfiggerla. «La mafia non è più quella mitizzata dai film e dai romanzi su Cosa Nostra, ora investe negli ambiti più disparati, dall’eolico alla GDO, ed è sempre a caccia di terreni fertili dove mettere radici», osserva. 

«Cosa nostra ha sempre meno i tratti della Cosa nostra corleonese, che oggi continua ad esercitare attività criminali legate alle tradizioni, come ad esempio l’imposizione del pizzo e le estorsioni – prosegue …
Leggi anche altri post su palermo o leggi originale
«Oggi una Cosa nostra silente, è molto più pericolosa». Tra evoluzioni e nuovi affari, il bilancio di Nicola Morra


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer