Categorie
notizie

Montante, l’“agenda rossa” e gli affari: «Mani pure sui beni del Vaticano»

Montante, l’“agenda rossa” e gli affari: «Mani pure sui beni del Vaticano»

CALTANISSETTA – Dopo la «stanza, diciamo… della legalità», in cui riceveva gli amici e custodiva i dossier sui nemici, spunta pure l’“agenda rossa” di Antonello Montante. Un «quadernetto delle dimensioni della metà di un foglio A4, probabilmente di colore rosso», in cui l’ex paladino dell’antimafia – e oggi, col senno di poi, la parte sana del movimento, compreso qualche ex adepto dello stesso Montante, avrà un conato di vomito per la “sacra” citazione borselliniana – era solito «fare annotazioni». Lo rivela, ai pm di Caltanissetta, uno dei testimoni-chiave dell’inchiesta. Vincenzo Conticello, ex titolare dell’Antica Focacceria San Francesco, noto alle cronache per le sue denunce antiracket prima di essere assunto alla Regione con la legge sui testimoni di giustizia. È il 1° marzo del 2018 quando Conticello viene sentito a Caltanissetta, in qualità di dipendente regionale, all’epoca “comandato” alle Attività produttive (l’assessorato con cui l’ex leader di Confindustria Sicilia voleva «fare

Il servizio intitolato: Montante, l’“agenda rossa” e gli affari: «Mani pure sui beni del Vaticano» è stato inserito il 2021-03-30 14: 23: 49 dal sito online (lasicilia.)

Approfondisci

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo