notizie

Mario Pupella: la camera ardente, le lacrime e il saluto

#Palermo

Ma che grande spettacolo che hai organizzato, Mario. Al centro ci sei tu e fai, magnificamente, la parte del deceduto. Sembra vero. Infatti, tutti piangono, mentre le tue labbra sono scolpite nell’ombra dell’ultimo sorriso. Non manca niente, ogni particolare e curato dettagliatamente. Le mani impallidite che reggono un rosario. Il vestito scuro. E tu che riesci a non muoverti. Resti così, fermo e assente, nella tua presenza. Chi ha masticato qualche cosa di quinte e sipario sa che l’immobilità assoluta denota un talento supremo. Come l’immenso Eduardo che fa il deceduto in Napoli Milionaria. E il brigadiere che era lì per arrestarlo, ammirato per il suo coraggio e per la sua bravura, lo lascia libero.


PAGN2975

Livesicilia Palermo

Show More

Articoli simili