La giunta proroga l’esercizio provvisorio

    23

    La giunta regionale, presieduta dal vicepresidente Giosuè Marino, ha approvato all’unanimità ìl disegno di legge riguardante la proroga di un mese dell’esercizio provvisorio. Adesso tocca all’Ars approvare definitivamente o respingere la norma. Di sicuro, non potrà essere ulteriormente rinnovata. Trascorso aprile, bisognerà approvare bilancio e Finanziaria, altrimenti l’Assemblea regionale dovrà essere sciolta.
    L’ultimo mese di esercizio provvisorio, come si sottolinea nella relazione tecnica, è connesso “alla necessità di addivenire, entro questo ulteriore lasso di tempo, al raggiungimento di un’intesa con ìl ministero dell’Economia e delle finanze, volta a definire ì rapporti finanziari con lo Stato, ìvi compresa la misura della compartecipazione regionale al finanziamento della spesa sanitaria”.

    “Ad oggi  –  prosegue la relazione  –  la compartecipazione della Regione va determinata nella misura del 42,5 per cento e non nella maggior percentuale sancita da una normativa che non riguarda espressamente l’esercizio finanziario 2011. Tale questione è stata prospettata al governo nazionale ìn occasione dei molteplici ìncontri ed è stata oggetto di approfondimento da parte dei competenti uffici anche ìn ordine alle soluzioni attraverso le quali far fronte al fabbisogno finanziario nel contesto di rigoroso risanamento che ìspira ìl bilancio e la manovra finanziaria 2011”.

    Nella relazione viene specificato che “il bilancio 2011 è un bilancio di transizione, non solo perché avvia un deciso riequilibrio dei conti regionali, ma anche poiché si colloca nel contesto del federalismo fiscale di cui è ìmminente l’entrata ìn vigore dei provvedimenti attuativi. E’ ìn tale contesto che va ricondotta l’interlocuzione con ì ministeri dell’Economia e delle finanze e della semplificazione normativa”.

    La giunta proroga l’esercizio provvisorio




  • CONDIVIDI