Il consigliere Zappalà corteggia Carlo Calenda. «Sto nel Pd, ma resto contro l’accordo coi 5s»

Tra i referenti dei comitati territoriali di Siamo europei, il movimento dell’ex ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, c’è un nome inaspettato: è quello di Lanfranco Zappalà, vicepresidente del Consiglio comunale di Catania e, principalmente, vero pilastro di Palazzo degli elefanti. Con i suoi sei mandati consecutivi al senato cittadino, sono quasi trent’anni che Zappalà solca i corridoi del municipio. Forte della sua amicizia personale con il sindaco di Militello in Val di Catania Giovanni Burtone (ex democristiano, adesso democratico) e della fedeltà sbandierata da sempre verso dell’ex primo cittadino di Catania Enzo Bianco.

La nascita del nuovo partito di Calenda, annunciata qualche settimana fa, ha fatto subito rivolgere le attenzioni proprio verso Zappalà. La cui costituzione del comitato calendiano all’ombra dell’Etna era apparsa strana sin dalle origini. «Quando …
Leggi anche altri post su catania o leggi originale
Il consigliere Zappalà corteggia Carlo Calenda. «Sto nel Pd, ma resto contro l’accordo coi 5s»


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer