Il 2010, un’ottima annata per i rosanero

    34

    Si può affermare senza ombra di dubbio che l’anno solare 2010 sia stato il migliore per il Palermo che, nella prima parte dell’anno, ha conseguito il quinto posto in campionato restando in lizza per la Champions league fino all’ultima giornata.
    Nella seconda parte invece si è resa protagonista di un buon avvio di stagione, ottenendo risultati importanti come le vittorie contro Roma e Juventus, mettendo in mostra un ottimo calcio e mostrando al mondo la bontà delle scelte di mercato fatte in estate.

    E’ stato l’anno dell’esplosione di Pastore, Ilicic e Bacinovic.
    Il primo, arrivato nel 2009, ha mantenuto le promesse “che aveva fatto”, dimostrandosi un grande talento pronto per un top team, provando nel frattempo a far diventare il Palermo un top team. I due sloveni invece sono stati presi per tre milioni di euro.
    Una cifra irrisoria, calcisticamente parlando, che non rende giustizia al talento dei due giocatori arrivati dal Maribor, che partiti in sordina, si son rivelati fondamentali per costruire la struttura di questo Palermo, squadra giovane e divertente, ma non ancora continua.
    A dimostrazione di ciò, qualche punto lasciato qua e là in campionato e l’eliminazione in Europa League.

    La partecipazione alla coppa probabilmente è stata vista come un “contentino” per il mancato approdo in Champions league, non venendo affrontata con l’intensità con cui si affronta una competizione internazionale.
    Va comunque detto che l’organico, numericamente parlando, non è sembrato all’altezza di un impegno su tre fronti.
    Una piccola nota stonata in un anno comunque magico che viene archiviato con un sorriso e una grande speranza: raggiungere la coppa dalle grandi orecchie.




  • CONDIVIDI