> Denise, il “j’accuse” dell’ex pm Angioni: «Inchiesta era terreno minato, fui bloccata» – Palermo 24h
notizie

Denise, il “j’accuse” dell’ex pm Angioni: «Inchiesta era terreno minato, fui bloccata»

Denise, il “j’accuse” dell’ex pm Angioni: «Inchiesta era terreno minato, fui bloccata»

«Quell’inchiesta era un terreno minato. Non si riusciva a fare niente. Ovunque mi girassi incontravo difficoltà. Come quando venni interrotta da un esponente delle forze dell’ordine, finché stavo interrogando una persona che mi stava dando notizie molto interessanti, e distruggendo quella pista. Quella volta mi spaventai davvero. Purtroppo, era la mia ultima attività inquirente, perché all’indomani lasciai la Procura di Marsala per andare al Tribunale di Cagliari». A rivelarlo, 16 anni dopo l’accaduto, in una intervista esclusiva all’(Agenzia di stampa), è Maria Angioni, la pm che per un periodo, dall’ottobre 2004 al luglio 2005, indagò sulla scomparsa della piccola Denise Pipitone, sparita nel nulla il primo settembre del 2004 da Mazara del Vallo. Oggi Maria Angioni fa la giudice del lavoro a Sassari, ma ricorda ancora tutte «le stranezze» accadute durante quella inchiesta, che dopo 17 anni brancola ancora nel buio. Alcuni giorni fa c’è stata una lunga ispezione nella palazzina di via Pirandello,

Il servizio intitolato: Denise, il “j’accuse” dell’ex pm Angioni: «Inchiesta era terreno minato, fui bloccata» è stato inserito il 2021-05-06 13: 30: 16 dal sito online (lasicilia.)

Approfondisci

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo

Show More