notizie

Concorsopoli, la Procura della Repubblica chiede il processo LE INTERCETTAZIONI

#Trapani

TRAPANI – La Procura della Repubblica di Trapani ha chiuso le inchieste ed ha domandato il rinvio a giudizio per 26 indiziati nel corso dell’indagine condotta dalla sezione di pg del Corpo Forestale e dai Carabinieri a proposito di quella che e stata definita la “concorsopoli” nei Vigili del Fuoco e che ha avuto Alcamo come centro degli affari illeciti. L’udienza preliminare e stata fissata per il prossimo 20 marzo. Una indagine che nel 2019 prese il via da una perquisizione fatta dalla sezione di pg della Forestale, ad Alcamo, nel corso di inchieste circa collegamenti tra massoneria e pubblica amministrazione. Saltò fuori un “pizzino”, un elenco di nomi con cifre segnate affianco ad ognuno di essi. E altresi una mazzetta da 7 mila euro.

Le prove secondo la Procura della Repubblica che per vincere concorsi nell’amministrazione dell’interno – Vigili del Fuoco e Polizia – e nell’amministrazione giudiziaria – Polizia Penitenziaria – c’era un “sistema” del quale si occupava un appartenente al corpo dei Vigili del Fuoco, Giuseppe Pipitone. Sono un migliaio le pagine dell’indagine, dove dettagliatamente sono riassunti i passaggi del “sistema concorsopoli”. Indiziati anche i “raccomandati”, in servizio fra Roma, Treviso, Venezia, Ferrara. Il piu importante organizzatore del sistema era un vigile del fuoco in servizio ad Alcamo, Giuseppe Pipitone, che faceva parte di una sottocommissione d’esame.


PAGN2951 Continua 2023-01-03 12:00:21

Livesicilia Trapani

Show More

Articoli simili