AgrigentoPalermo

coinvolti anche poliziotti e avvocati

#Agrigento

AGRIGENTO – Sono stati condannati dal G.U.P. di Palermo, Paolo Magro, mafiosi e professionisti agrigentini incolpati a vari livelli di associazione mafiosa.

Le pene sono comprese tra 10 mesi e 20 anni.

Tra coloro che dovranno trascorrere un periodo di detenzione vi sono anche un poliziotto e un agente penitenziario che devono rispondere, rispettivamente, di accesso abusivo al sistema informatico e rivelazione di segreto d’ufficio.

Le condanne sono il risultato del processo nato da un’indagine della D.D.A., coordinata dall”aggiunto Paolo Guido, volta a fare luce sulle dinamiche tra i clan della provincia di Agrigento. Coinvolto nell’indagine anche l’Avvocato Angela Porcello, oggi condannata per mafia a 15 anni e 4 mesi.

I nomi dei condannati

Il capomafia Giuseppe Sicilia dovrà scontare una pena di diciotto anni e 4 mesi; i boss Luigi Boncori e Calogero di Caro trascorreranno in carcere 20 anni; Giancarlo Buggea, compagno della Porcello, 20 anni; Simone Castello, in passato ritenuto il “postino” del capomafia Bernardo Provenzano, 12 anni; Diego Cigna, esponente della stidda, dieci anni e 6 mesi; Gregorio Lombardo, 17 anni, Calogero Paceco, 8 anni; Giuseppe Giuliana, 8 anni.

Il poliziotto di Canicattì, Giuseppe D’Andrea e stato condannato, per accesso abusivo al sistema informatico, a tre anni e 4 mesi. La collaboratrice della Porcello, l’Avvocato Annalisa Lentini, a un anno e 4 mesi per falso materiale in concorso con Vincenzo Di Caro che trascorrerà un anno dietro le spranghe.

Giuseppe Grassadonia, un agente penitenziario che aveva comunicato ai familiari di un recluso il suo trasferimento, e stato condannato per rivelazione di segreto professionale. A Gaetano Lombardo sono stati inflitti per favoreggiamento tre anni e 4 mesi.

Gli assolti

Luigi Carmina, Antonino Oliveri, Giovanni Nobile, Gianfranco Gaetani.

Foto di repertorio


PAGN2931 => 2022-12-06 16:11:00

Agrigento

Show More

Articoli simili