Centorrino replica alla Cgil.”Nessuna mia latitanza”

    31

    L’assessore regionale all’Istruzione e alla formazione professionale, Mario Centorrino, risponde alle critiche del segretario generale della Flc-Cgil siciliana, Giusto Scozzaro.
    “La latitanza (sic), di cui mi accusa Scozzaro sulla definizione dei progetti salva precari – ha detto Centorrino – è semplicemente la priorità di attenzione accordata a problemi più urgenti, che la Cgil ben conosce, a cominciare dalla vicenda che interessa il Cefop, la definizione del Piano Oif, il finanziamento del Prof 2011.
    In particolare, sono già prossimi alla conclusione una serie di corsi Cths, e venerdì 10 dicembre, a Partinico, parteciperò alla cerimonia conclusiva di uno di questi, mentre il 13 dicembre firmerò una convenzione con il Miur, per la conferma dell’assegnazione del punteggio ai cosiddetti corsi salva precari”.
    Centorrino ha sottolineato che “la realizzazione dei piani integrati atti a garantire il successo formativo e scolastico degli
    studenti che si trovano in situazione di disabilità e a rischio di marginalità sociale, ha già trovato una sua prima piena attuazione
    nello svolgimento e conclusione, al 30 novembre,  della prima annualità, che ha visto coinvolti circa 1.700 precari della scuola”.
    Il Dipartimento ha già pronto il provvedimento di finanziamento della seconda e ultima annualità, che vedrà coinvolto lo stesso
    numero di personale precario già utilizzato nel primo ciclo del progetto.
    Per quanto riguarda l’avviso n.10/2010 per la realizzazione di progetti integrati atti a garantire il successo formativo e scolastico
    nelle scuole operanti in contesti caratterizzati da disagio socio-economico e culturale (importo messo a bando 40 milioni di
    euro), il relativo avviso pubblico è già stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Regione del 15 ottobre 2010, con data
    di scadenza per la presentazione dei progetti al 19 dicembre 2010.




  • CONDIVIDI