Biglietti aerei a peso d’oro, esposto del Codacons alle Procure di Palermo e Catania

Un esposto alle Procure di Palermo e Catania per valutare eventuali responsabilità dello Stato Italiano, dell’Unione Europea, della Regione Siciliana, delle autorità competenti e di tutti i possibili responsabili della mancata calmierazione dei prezzi dei biglietti aerei da e per la Sicilia. E’ l’iniziativa annunciata dal Codacons che sarà attuata nei prossimi giorni dall’associazione di consumatori. Secondo il Codacons il caro biglietti aerei “viola il diritto costituzionale dei siciliani alla libertà di movimento” e questo potrebbe portare a ipotizzare i reati di “sequestro di persona, estorsione e di altra fattispecie”. “Alla luce della recente soppressione dei voli della compagnia Vueling tra la Sicilia ed il resto d’Italia – osserva il Codacons – e la conseguente rarefazione dei collegamenti aerei con l’ulteriore lievitare dei prezzi dei biglietti da parte delle due compagnie rimaste, cioè Alitalia e Ryanair. Soprattutto durante il periodo delle prossime festività, a molti siciliani meno …
Leggi anche altri post su Agrigento o leggi originale
Biglietti aerei a peso d’oro, esposto del Codacons alle Procure di Palermo e Catania


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer