Aquila di Bonelli uccisa nelle campagne agrigentine

In provincia di Agrigento venerdi’ 31 ottobre in aperta campagna, un ricercatore della squadra del progetto Life ConRaSi ha recuperato la carcassa di una giovane aquila di Bonelli, uccisa con un’arma da fuoco. Il rapace, trasferito all’Istituto Zooprofilattico di Palermo, e’ stato sottoposto a radiografia, che ha rivelato la causa del decesso: non meno di 60 pallini di piombo sparati da un fucile (immagine in cartellina multimediale).

Il ritrovamento e’ stato possibile grazie al trasmettitore satellitare GPS/GSM che l’aquila indossava dal giorno del suo involo dal nido, avvenuto nella primavera del 2017. Da allora il rapace, che era stato chiamato Rocco, era costantemente monitorato e i sui tracciati satellitari venivano scaricati ogni giorno. L’operatore incaricato di controllare i dati trasmessi dal satellite delle oltre 20 aquile di Bonelli monitorate in Sicilia dal progetto Life ConRaSi, insospettito dall’anomala immobilita’ del rapace, …
Leggi anche altri post su Agrigento o leggi originale
Aquila di Bonelli uccisa nelle campagne agrigentine


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer