A San Giuseppe Jato si ricorda il piccolo Di Matteo: le foto dal Giardino della Memoria

palermo

“Un pezzo per volta si costruisce Memoria”. Con questa semplice frase, oggi si è celebrato il 23esimo anniversario dell’assassinio di Giuseppe Di Matteo, il figlio 13enne di Santino Di Matteo, rapito il 23 novembre del ’93 in un maneggio di Villabate per far tacere il padre che aveva deciso di collaborare con la giustizia.

A ordinare il suo assassinio fu Giovanni Brusca, facendolo sciogliere nell’acido l’11 gennaio del ’96, dopo 25 mesi di atroce prigionia.

Leggi anche altri articoli di palermo
o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer

PA