Notizie

Vaccino antinfluenzale, l’allarme: “Dosi introvabili, a rischio 1,2 milioni di siciliani”

Con la risalita della curva di contagi da Coronavirus, quest’anno è ancora più importante del solito che in  prossimità della stagione autunnale – con la riapertura delle scuole e  un più ampio ritorno al lavoro “in presenza” – quante più persone possibile si sottopongano alla vaccinazione volontaria antinfluenzale, in quanto i soggetti colpiti potrebbero essere ancora più esposti al  rischio di contrarre pure l’infezione da Covid-19, mentre è  necessario potere differenziare le due sintomatologie che presentano  aspetti comuni. Fra le misure adottate dalle varie Regioni, in Sicilia l’assessore  regionale alla Salute, Ruggero Razza, ha avviato uno sforzo supplementare in tal senso, anticipando l’inizio della campagna  vaccinale ed estendendo notevolmente le fasce protette ammesse alla profilassi gratuita, ponendosi il meritorio obiettivo di coprire fino  al 75% della popolazione. Ma Federfarma lancia l’allerta per le quote di popolazione attiva non comprese nelle fasce protette (in Sicilia il 25%, pari a 1,2 milioni  di cittadini) che rischiano di non potersi vaccinare.

“Difatti –  dichiara Roberto Tobia, segretario nazionale di Federfarma e  presidente di Federfarma Palermo – le Regioni hanno incrementato  l’acquisto di vaccini di oltre il 40% rendendo difficile la  disponibilità di dosi da parte delle industrie farmaceutiche per le  farmacie.

 » 

Show More