Si fingeva un’impiegata comunale. Truffato anziano. Diceva di dovere effettuare verifiche su tassa rifiuti

Diceva di dovere effettuare delle verifiche sul pagamento della tassa dei rifiuti. Con questo tranello la 44enne Maria Crescimone sarebbe riuscita a entrare nella casa di un 89enne di Belpasso e a truffarlo. L’uomo, davanti alla richiesta della finta impiegata del Comune, avrebbe infatti spalancato le porte di casa. 

Entrata dentro Crescimone avrebbe avvertito la vittima del mancato pagamento della tassa comunale. E, subito dopo, gli avrebbe chiesto di prendere le misure del corpo per una fantasiosa certificazione del suo stato di salute. Per effettuare l’operazione l’89enne avrebbe poggiato sul tavolo anelli e una collanina. Tutti finite in tasca alla presunta truffatrice. 


Leggi anche altri post su catania o leggi originale
Si fingeva un’impiegata comunale. Truffato anziano. Diceva di dovere effettuare verifiche su tassa rifiuti


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer