Messina

Scivoli per disabili e strettoie agli angoli per impedire parcheggi. Bando da 5 milioni

#Messina

Messina città accessibile e inclusiva” e un progetto per rendere la vita più facile ai pedoni e abbattere le barriere architettoniche

MESSINA – La finalità e una “Messina città accessibile e inclusiva”, a misura di pedone e di persona con disabilità. Per il Pon – Città metropolitane 2014 – 2020, ecco un bando di gara, con scadenza il prossimo 21 Dicembre, del valore di € 4.953.018, iva esclusa. Quasi 5 milioni di euro nel segno dei “passaggi pedonali protetti” e dell’accessibilità.

al via il bando di gara da 5 milioni di euro

Un’idea di città alternativa: vita più facile per i pedoni e le persone con disabilità

Stabilendo passaggi pedonali protetti, questo progetto ritorna in un’idea di città lontana dal modello attuale, così difficile per chi cammina a piedi o si muove in bici. Il tutto in linea con l’impostazione del Piano generale del traffico urbano approvato dal Consiglio. Nel bando, con “lavori per il miglioramento della percorribilità urbana”, si prevedono interventi diretti a favorire la la diminuizione degli incidenti in città e il “miglioramento della qualità dell’accessibilità urbana, della sicurezza e del comfort dei pedoni”.

Si punta a rendere la vita più facile ai pedoni, e al loro attraversamento, aumentando anche i percorsi per gli ipovedenti e non vedenti (ad esempio mappe tattili). Pure la diminuizione della velocità delle auto e una priorità grazie alla esecuzione di strettoie e al miglioramento della visibilità reciproca (veicolo/pedone). L’abbattimento delle barriere architettoniche, come gli scivoli per disabili e una nuova pavimentazione, risultano altri 2 punti fondanti.

E ancora: pavimento tattile per ipovedenti e nuova pavimentazione del marciapiede; segnaletica orizzontale complementare al passaggio pedonale e segnaletica verticale in presenza di strettoie e passaggi pedonali; strisce pedonali in continuità con il marciapiede; dissuasori a protezione degli scivoli dei disabili e per la diminuizione della sosta selvaggia.

In sei lotti, si agirà su differenti aree di Messina che presentano notevoli carenze. Attualmente, la città non e né a misura di persona con disabilità né a misura di pedone. L’aggiudicazione sarà effettuata con il criterio del minor prezzo e determinata attraverso offerta di ribasso.

Le zone della città coinvolte

Ecco le zone coinvolte dal progetto, in sei lotti:

  • Via San Cosimo – viale Europa (area delimitata a sud da via San Cosimo, ad est da via La Farina, a nord dal viale Europa).
  • (Zona centro) Viale Europa – Piazza Cairoli (area delimitata a sud dal viale Europa, ad est dalla via La Farina, a nord dal via Tommaso Cannizzaro)
  • (Zona centro) Via Piazza Cairoli – viale Boccetta (area delimitata a Sud da via Tommaso Cannizzaro, a Nord da Viale Boccetta, a Est da viale San Martino).
  • (Zona nord) Viale Boccetta – viale Annunziata (area delimitata a sud da viale Boccetta, ad est dal viale della Liberta, a nord dal viale Annunziata).
  • Via Consolare Pompea ex SS113 (tratto compreso tra l’incrocio salita di C/da Principe per Faro Superiore e la rotonda di Granatari – che comprende percorso pedonale marciapiede lato monte – della via Consolare Pompea ex SS113).
  • Strada Statale SS114 (tratto compreso tra Mili, Bivio SP 38, Mili San Marco e in prossimità della Stazione dei Carabinieri di Tremestieri – solo lato valle).

Articoli correlati


PAGN2931 => 2022-12-07 10:00:00

Messina

Show More

Articoli simili