Processo “Montagna” (abbreviato): slitta di 90 giorni il deposito della sentenza

Il Giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Palermo Marco Gaeta, ha bisogno di altri 90 giorni per depositare la sentenza e relative motivazioni riguardanti il processo “Montagna”  (rito abbreviato) nato da un’inchiesta dei militari dell’arma del Reparto operativo di Agrigento, all’epoca dei fatti guidati dal ten. col. Andrea Azzolini, che ha disarticolato le nuove famiglie mafiose dell’Agrigentino.

I termini sarebbero scaduti il prossimo 25 ottobre ma l’imponenza del processo (54 imputati) e la sua delicatezza nonché il carico di lavoro che obera il magistrato hanno determinato un allungamento dei tempi di deposito della sentenza di altri 90 giorni.

La vicenda processuale si racchiude essenzialmente in questi dati: i pubblici ministeri della Direzione distrettuale antimafia, il procuratore aggiunto di Palermo, Paolo Guido e  i sostituti Geri Ferrara, Claudio Camilleri e Alessia Sinatra, avevano chiesto 54 condanne per oltre 600 anni di carcere. Il …
Leggi anche altri post su Agrigento o leggi originale
Processo “Montagna” (abbreviato): slitta di 90 giorni il deposito della sentenza


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer