Palermo, le mani dei boss sull’ippodromo. La gare truccate da Cosa nostra, 9 arresti


All’ippodromo della Favorita, i boss di Cosa nostra erano di casa. Organizzavano summit nelle scuderie e gestivano a modo loro le gare, truccandole. Stanotte è scattato un blitz contro 9 persone, accanto a due mafiosi ci sono 7 insospettabili ritenuti complici dei clan di San Lorenzo e Resuttana: sono driver, allenatori, gestori di scuderie. Fra i nomi ipiù noti, Giuseppe Greco e Domenico Zanca. Nel gruppo anche una giovane promessa…

LEGGI TUTTO


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer