Muore dopo laparoscopia, chirurgo assolto in appello

La corte d’appello di Palermo, ribaltando la sentenza di primo grado, ha assolto dall’accusa di omicidio colposo l’ex chirurgo del Policlinico Matteo Arcara, ora in pensione.

Il giudice monocratico lo aveva condannato a un anno di carcere e 50mila euro di risarcimento a titolo di provvisionale.

La corte ha annullato, oltre alla pena detentiva, anche le statuizioni civili. Il medico era difeso dall’avvocato Rosalba Di Gregorio. La vicenda risale al 2009 quando una femmina morì dopo un intervento di colecistectomia in laparoscopia. Alla paziente durante l’operazione per errore fu reciso il coledoco.

Il chirurgo, Giuseppe Di Vita, accortosi dell’incidente chiamò in sala operatoria Arcara che intervenne in emergenza. La femmina morì nei giorni …
Leggi anche altri post su Palermo o leggi originale
Muore dopo laparoscopia, chirurgo assolto in appello


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer