L’omicidio del boss Calascibetta a Palermo: 10 anni all’imputato

Il gup di Palermo Michele Guarnotta ha condannato a 10 anni di carcere, in abbreviato, Fabio Fernandez, incolpato dell’omicidio del boss Giuseppe Calascibetta. L’accusa in giudizio era rappresentata dal pm Dario Scaletta. Il capomafia fu ucciso il 19 settembre del 2011 nel quartiere Oreto. Ex capo mandamento della cosca di Santa Maria Di Gesù, la vittima era stata condannata a dieci anni per la strage di via D’Amelio. Dopo la scarcerazione aveva provato di tornare ai vertici della cosca: circostanza che ne avrebbe determinato la morte. Fernandez nel 2017 iniziò a collaborare con gli inquirenti autoaccusandosi del delitto, svelando i particolari di un agguato che era rimasto irrisolto e indicando la zona in cui ricercare l’arma usata dal commando. Per l’omicidio sono state indagate altre tre persone per cui, poi, la Procura però ha chiesto l’archiviazione.

Leggi anche altri post su Palermo o leggi originale
L’omicidio del boss Calascibetta a Palermo: 10 anni all’imputato


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer