Categorie
notizie

L’Etna torna a ruggire, fontane di lava e nube di cenere lavica alta 7 chilometri

L’Etna torna a ruggire, fontane di lava e nube di cenere lavica alta 7 chilometri

Da alcuni giorni fa sera è in corso sull’Etna uno spettacolare parossismo il 17°, iniziato intorno alle 17.30 del 31 marzo, con esplosioni ed emissioni di sabbia dal cratere di Sud Est ed intensificatosi nelle ore successive, con straordinarie fontane di lava e fortissimi boati.La spettacolare attività stromboliana è gradualmente passata a fontane di lava al Cratere di Sud-Est a partire dalle 23. Stavolta l’eruzione ha assunto fisionomicamente maggiore spettacolarità, in quanto contestualmente, da poco dopo la mezzanotte, si osserva un trabocco lavico dall’orlo orientale del cratere di SE che si espande nella parte alta della Valle del Bove, finché prosegue l’attività effusiva dalla bocca attiva alla base meridionale del cratere di Sud-Est. Questa bocca produce una debole attività esplosiva e va avanti ad alimentare il flusso lavico, che si riversa nel settore occidentale della Valle del Bove. Questa ennesima eruzione dell’Etna è costantemente monitorata dall’Osservatorio etneo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia,

Il post intitolato: L’Etna torna a ruggire, fontane di lava e nube di cenere lavica alta 7 chilometri è stato inserito il 2021-04-01 06: 12: 37 dal sito online (gds.)

Approfondisci

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo