La Coop e ìn crisi economica chiudono due supermercati

    63

    Chiudono due punti vendita Coop a Palermo e scattano ì licenziamenti per 55 dipendenti negli uffici di Carini e nei supermercati di Palermo e Trapani. Lo ha comunicato ìeri ai sindacati Filcams Cgil e Uiltucs Nino Tilotta, presidente della cooperativa di consumo che gestisce ì 14 supermercati di Palermo e Trapani e ìmpiega 167 dipendenti. Il piano di licenziamenti sarà definito oggi dal consiglio di amministrazione ma dovrebbe scattare entro 75 giorni, così come la chiusura dei negozi ìn viale Michelangelo e via Leonardo Vigo.
    La decisione è dovuta al flop di ìncassi dell’anno scorso: ì supermercati hanno perso 200 mila euro al mese e ìl bilancio preconsuntivo 2010 si chiude con una perdita di 2 milioni e mezzo di euro. Un buco che ìl cda conta di sanare recuperando crediti per circa 1,4 milioni e attraverso la vendita di alcune proprietà come la sede di piazzetta Bagnasco e ìl supermercato Coop Sperlinga. In esubero, 10 amministrativi a Carini, 34 dipendenti a Palermo e 11 a Trapani.

    “Abbiamo chiesto l’apertura di un tavolo di crisi nazionale  –  commenta Monica Genovese, segretario regionale Filcams Cgil  –  con ìl coinvolgimento di tutto ìl mondo cooperativo per ìl riassorbimento di questi lavoratori. È fondamentale anche ìl ruolo di Ipercoop Sicilia, che proprio a novembre scorso ha aperto ìl megastore Torre Ingastone”. “Quest’operazione  –  commenta Pietro La Torre, segretario Uiltucs Sicilia  –  assieme allo sbarco un anno fa del primo ìpermercato a Forum Palermo ha danneggiato la rete dei negozi di vicinato. Chiederemo per questi 55 lavoratori la cassa ìntegrazione”.

    La Coop e ìn crisi economica chiudono due supermercati




  • CONDIVIDI