Il sindaco di Priolo a processo il 19 febbraio per reato ambientale


Il sindaco di Priolo, Pippo Gianni, dovrà comparire il prossimo 19 febbraio davanti al gup del tribunale di Siracusa per difendersi, con il rito abbreviato, dall’accusa di inquinamento ambientale. Insieme al primo cittadino verranno giudicati tre funzionari del Provveditorato delle Opere Pubbliche. La vicenda giudiziaria riguarda il deposito della polvere di pirite nella penisola di Magnisi. Pippo Gianni ha sempre sostenuto la sua estraneità alla vicenda, perchè eletto primo cittadino pochi mesi prima dell’inchiesta giudiziaria, accusando di conseguenza gli amministratori che avevano governato in precedenza la cittadina industriale. Il Pm Tommaso Pagano contesta al sindaco di Priolo, Donatello Puiatti, Giovanni Coppola e Donato Corlea, questi tre del Provveditorato alle Opere Pubbliche, l’ abbandono di rifiuti pericolosi.