Categorie
notizie

Frode e falso, confisca di beni per 4 milioni a un commercialista di Gela: sigilli a una riserva di caccia

Frode e falso, confisca di beni per 4 milioni a un commercialista di Gela: sigilli a una riserva di caccia

Beni per 4 milioni di euro sono stati confiscati a un commercialista di Gela dalla Direzione investigativa antimafia. Il provvedimento della Sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Caltanissetta, eseguito su proposta della procura gelese riguarda il 49enne Salvatore Cascino.Sigilli a una lussuosa struttura Agro-venatoria di Piazza Armerina, costituita da una riserva di caccia di 30 ettari, da un salone ristorante e da 7 residence costituiti da caseggiati prestigiosamente ristrutturati risalenti all’800, nonché 74 beni immobili (fabbricati e terreni), quote societarie in due società di Gela, autoveicoli e rapporti bancari. Il fiscalista nel settembre del 2010 è stato destinatario di provvedimento cautelare, emesso dal gip di Brescia, per associazione per delinquere, falsità materiale e frode ai danni dello Stato attraverso indebite compensazioni tributarie, reati per i quali è stato condannato a due anni due e un mese. Ulteriori procedimenti penali per fatti di tipo economico-fiscale, nonché l’assidua frequentazione di persone

L’articolo intitolato: Frode e falso, confisca di beni per 4 milioni a un commercialista di Gela: sigilli a una riserva di caccia è stato inserito il 2021-03-23 06: 53: 48 dal sito online (gds.)

Leggi

Cerca da altre fonti:
Google

Yahoo