Cuffaro all’Antimafia Ars: “Cosa Nostra non voleva i termovalorizzatori”: ‘colpo’ a Lombardo

“Per fermare i termovalizzatori il governo che è venuto dopo di me disse che lì si annidava il malaffare. No, il malaffare e l’illegalità si annidano da un’altra parte, dove sono stati messi i soldi: nelle discariche. Hanno fatto diventare la Sicilia una pattumiera”. Così l’ex governatore Totò Cuffaro, durante la sua audizione in commissione regionale Antimafia, facendo riferimento al governo di Raffaele Lombardo, privo di però mai citare il nome dell’ex governatore.
Cuffaro ha aggiunto: “Ricordo poi che il governo venuto dopo di me era fatto da chi stava con me nel mio governo e aveva appoggiato i termovalorizzatori”. Per Cuffaro “con la scelta di bloccare i termovalorizzatori sono stati mandati in dissesto finanziario i comuni e il debito degli Ato, che allora era di 37 milioni di euro, oggi è di oltre 1,5 miliardi di euro”.
“Io non ho visto nessuna fibrillazione nel senso …
Leggi anche altri post su Agrigento o leggi originale
Cuffaro all’Antimafia Ars: “Cosa Nostra non voleva i termovalorizzatori”: ‘colpo’ a Lombardo


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer