“Catania secondo me” di Diletta Leotta: «Della mia città mi piace la “voce”»

77
"Catania secondo me" di Diletta Leotta: «Della mia città mi piace la "voce"»

“Catania secondo me” di Diletta Leotta: «Della mia città mi piace la “voce”»

È tornata sul luogo del “delitto”. Il luogo dove si perde l’innocenza del palcoscenico: il Festival di Sanremo. Dopo, nulla è più come prima. Bella, sorridente e molto spigliata, a ogni apparizione al Festival dello Strapaese Italia Diletta Leotta deve indossare uno strascico di polemiche. Anche quando i monologhi sono copioni scritti da altri. Nella declinazione festivaliera delle dieci donne, che poco o nulla rappresentano quelle reali, c’è anche l’avvenente conduttrice dalle curve esplosive. Catanese, 28 anni, laureata in Giurisprudenza, fiorita professionalmente ad Antenna Sicilia, oggi presentatrice sportiva su Dazn, conta più di 6 milioni di follower su instagram, quelli che incollati alla sua vita non perdono una sua seduta in palestra.

Come si usa nel campo di calcio, le mezze parole non sono ammesse: «La bellezza? Certo, è un vantaggio, altrimenti col cavolo che sarei qui», ha esordito nel suo monologo sanremese. Ed è vero. Ma unite a fortuna…


fonte