Catania, recordman delle referenze indagato per corruzione elettorale

Un avviso di garanzia è stato notificato dalla Digos della Questura di Catania al deputato di Italia viva all’Assemblea regionale Siciliana Luca Sammartino. La notizia, ha trovato ribadisce in ambienti qualificati dai quali si è appreso che il reato ipotizzato è corruzione elettorale. Il politico, recordman delle preferenze alle elezioni regionali del 2017 con 32mila preferenze, è indagato, assieme ad altre persone, dalla Procura di Catania nell’ambito di rilevazioni della polizia di Stato sulla campagna elettorale delle Politiche del 2018. Era candidato alla Camera dei deputati nel collegio uninominale di Misterbianco e ottenne oltre 16mila voti, non sufficienti per essere eletto. Sammartino in passato è stato indagato dalla Procura di Catania per le Regionali del 2017 in Sicilia nell’ambito di un’inchiesta sulla regolarità del voto espresso da persone anziane di una casa di cura della zona etnea, ma il fascicolo fu successivamente archiviato.

Leggi anche altri post su Catania o leggi originale
Catania, recordman delle referenze indagato per corruzione elettorale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer