Battuta d’arresto per la Fortitudo, al PalaSojourner passa una caparbia Rieti


Battuta d’arresto per la Fortitudo, al PalaSojourner passa una caparbia Rieti

Battuta d’arresto per la Fortitudo Agrigento. I biancazzurri, di scena al PalaSojourner hanno affrontato una caparbia Rieti. I “giganti” si arrendono con il punteggio di 84 a 76. Agrigento, ritrova l’ex Jalen Cannon, da avversario. Una partita più che mai combattuta, quella vista quest’oggi, le due squadre si sono affrontate a viso aperto, senza mai risparmiarsi. 

In gara, i biancazzurri sfoderano un primo quarto da grande squadra. Chiarastella e compagni non lasciano mai solo un rimbalzo. I biancazzurri con Pepe e Ambrosin provano a scappare via. Il secondo quarto, dunque, si apre con la mano calda del capitano Albano Chiarastella  abile ad intercettare un pallone destinato a Cannon. Agrigento sfrutta l’extra possesso e trova una tripla ad opera di De Nicolao. Palla nelle mani di Pepe, passaggio per Veronesi ma il giocatore trova il ferro. Agrigento si perde l’ex Cannon, l…


fonte