Agrigento, schianto mortale alla rotonda “Giuone”: disposti accertamenti irripetibili

Sviluppi nella vicenda riguardante la morte di Giovanni Rizzo, l disabile di 34 anni, originario di Campobello di Licata, deceduto in seguito ad un terribile schianto avvenuto nei mesi scorsi nei pressi della rotonda Giunone, ad Agrigento.

Per cause ancora in fase di accertamento il mezzo su cui viaggiava il 34enne – un Fiat Doblò – è andato a finire all’interno della Rotonda Giunone. L’impatto è stato violentissimo.

Il pubblico ministero Antonella Pandolfi ha disposto “accertamenti tecnici non ripetibili” con lo scopo di accertare la dinamica del sinistro.

Nel registro degli indagati, con l’accusa di omicidio stradale, il giovane che viaggiava con la vittima, un 32enne di Campobello di Licata che conduceva il mezzo.

A lui sarebbe contestato il fatto di non aver rispettato la segnaletica e di aver viaggiato a velocità sostenuta.

Leggi anche altri post su Agrigento o leggi originale
Agrigento, schianto mortale alla rotonda “Giuone”: disposti accertamenti irripetibili


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer