Ad Agrigento un nuovo impianto per la selezione avanzata dei materiali da raccolta differenziata

Ad Agrigento un nuovo impianto per la selezione avanzata dei materiali da raccolta differenziata


Ad Agrigento un nuovo impianto per la selezione avanzata dei materiali da raccolta differenziata 

E’ tra i più innovativi del Mezzogiorno d’Italia. Verrà inaugurato nel prossimo mese di settembre. Il direttore operativo Valerio La Rocca: “Abbiamo voluto intitolarlo al filosofo Empedocle”

Un impianto per la selezione avanzata dei materiali da raccolta differenziata tra i più innovativi del Mezzogiorno. A settembre si taglierà il nastro del nuovo impianto targato Ecoface nel territorio industriale di Agrigento, capace di trattare fino a trentamila tonnellate di materiali con un tasso di efficienza ai livelli massimi tecnologici e di occupare fino a cinquanta addetti.

“E’ un sogno che si realizza – dichiara Valerio La Rocca, direttore operativo – l’idea di fare un salto di qualità nella valorizzazione dei materiali ci è venuta già nei primi anni di esperienza con il nostro impianto di Ravanusa, in cui effettuiamo una prima pulizia e una separazione di base dei materiali. Ad Agrigento abbiamo pensato ad un sito ad alto potenziale tecnologico, dotato dei migliori strumenti per una gestione ai livelli massimi di efficienza e di economicità. Abbiamo adottato i criteri di industria 4.0, perché crediamo che in questo settore si debba adottare una visione industriale in grado di assicurare qualità e risparmio, ma non vogliamo mettere in secondo piano gli aspetti legati alla sicurezza e al controllo gestionale, che potrà avvenire pure da remoto, grazie all’interconnessione dei sistemi”.

Una struttura pensata…

seguicicontrolla il post dal sito di origine