notizie

Accusato di avere ucciso la consorte, sarà processo per un tappezziere di Lentini

#Siracusa

Il quarantacinquenne Massimo Cannone di Lentini e stato incriminato per l’omicidio volontario della moglie Naima Zahir avvenuto nel marzo scorso. Il Giudice Udienza Preliminare di Siracusa ha emesso il provvedimento di rinvio a giudizio, accusando Cannone di omicidio volontario aggravato da futili motivi, minorata difesa e premeditazione. Per gli inquirenti, Cannone avrebbe ucciso la consorte in un impeto di rabbia, dopo un litigio scoppiata per motivi futili. Il processo si aprirà a settembre e Cannone rischia fino a 25 anni di detenzione.

Il 10 marzo prossimo, nella Corte d’Assise di Siracusa, partirà il processo contro il tappezziere accusato di aver commesso un omicidio. Il Giudice per le Inchieste Preliminari ha rigettato l’istanza della difesa, che aveva chiesto una perizia psichiatrica. Il procuratore di Siracusa, Sabrina Gambino, si e espresso in maniera contraria alla richiesta. La Corte dovrà ora stabilire se l’imputato sia colpevole o innocente.


PAGN3045

Show More

Articoli simili