Proroga rilevazioni su militare Capitaneria: inchiesta si allarga

Il sostituto procuratore della Repubblica di Agrigento Chiara Bisso ha chiesto e ottenuto la proroga delle rilevazioni nell’ambito dell’inchiesta che ha portato all’arresto nel marzo scorso del sottufficiale della Capitaneria di Porto Luca Fresco, arrestato in flagranza di reato dopo uno scambio di denaro con la presunta vittima. 

Sono il procuratore aggiunto Salvatore Vella e il sostituto Chiara Bisso che conducono le rilevazioni. Si, perché le rilevazioni, in realtà, come detto, non sono finite. Quelle sinora complessivamente svolte hanno messo a nudo una cruda verità: almeno una dozzina gli episodi di truffa e millantato credito venuta a galla. Oltre a promettere, ottenendo decine e decine di migliaia di euro, posti di lavoro e titoli specifici da far valere nell’ambito della professione all’interno del corpo delle Capitanerie di porto, Fresco era riuscito persino a vendere una decina di imbarcazioni della Capitaneria con annesso carrello …
Leggi anche altri post su Agrigento o leggi originale
Proroga rilevazioni su militare Capitaneria: inchiesta si allarga


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, privo di intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer