Le mani della mafia sulla Fiumara d’Arte, condannato uomo legato a Cosa nostra palermitana

86
Le mani della mafia sulla Fiumara d'Arte, condannato uomo legato a Cosa nostra palermitana
Le mani della mafia sulla Fiumara d'Arte, condannato uomo legato a Cosa nostra palermitana

Le mani della mafia sulla Fiumara d’Arte, condannato uomo legato a Cosa nostra palermitana

Giuseppe Lo Re, uomo legato a Cosa nostra palermitana, è stato condannato a 7 anni e sei mesi di reclusione. E’ la sentenza del collegio giudicante del tribunale di Patti presieduto da Ugo Scavuzzo (a latere Francesco Torre ed Eleonora Vona) che mette un punto all’operazione “Concussio”, sulla tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso nell’appalto da un milione di euro bandito dal comune di Mistretta per lavori di valorizzazione dei siti della “Fiumara d’arte”. Condannata anche Isabella Di Bella a tre anni, accusati di tentata estorsione in concorso, aggravata dal metodo mafioso. Per gli altri 6 imputati pene per oltre 12 anni.

Assolto l’ex consigliere comunale del Comune di Mistretta (che fu anche sciolto per infiltrazioni mafiose) arrestato il 20 aprile 2018 e attualmente ai domiciliari, il commercialista Vincenzo Tamburello, difeso dagli avvocati Eugenio Passalacqua e  Alessandro Pruiti Ciarello. 

L’indagine fu avviata…


fonte